venerdì, giugno 16, 2006

Ma che schifo!

Ricevo, firmo e diffondo. Firmate e diffondete anche voi, questa gente prima o poi dovrà vergognarsi di sé stessa! :-\\\



IL CANILE DI CICERALE DEL CILENTO: L’ORRORE LONTANO DAGLI OCCHI

Il canile Oasi San Leo “Canie Ciceralensis” costruito in Contrada San Leo (SA), sulle montagne di Cicerale del Cilento, vicino Agropoli continua a far mobilitare le associazioni animaliste di tutta Italia. Circa duemila animali sono stipati in recinti più o meno grandi, completamente abbandonati a loro stessi, coperti di parassiti, annientati dalle malattie. Lo stesso ingresso in canile è osteggiato dal proprietario e dall’unico operaio regolare in servizio. Il cancello della struttura non viene aperto neanche di fronte a proprietari che vengono a reclamare un proprio cane di famiglia catturato per errore.

Le norme più elementari indicate dalle leggi vengono regolarmente disattese: mancano le aree contumaciali che dovrebbero ospitare gli animali malati, maschi interi sono mischiati nei branchi con femmine non sterilizzate, cuccioli insieme ad esemplari adulti, esemplari dominanti o aggressivi insieme a cani anziani, malati, remissivi.

Chiediamo al Ministero dell’Ambiente e della Salute di aprire una indagine, alla Regione Campania di intervenire sulle ASL per revocare l’autorizzazione sanitaria alla struttura, ai comuni di interrompere le loro convenzioni pubbliche e alla Magistratura di intervenire con gli strumenti di legge.

Firma la petizione on line alla pagina http://www.oipaitalia.com/appelli/randagismo_cicerale.htm




1 Comments:

At 7:28 AM, Anonymous Trudy said...

PIù che vergognarsi di se stessa.. io spero che vada al più presto IN GALERA!
Bastardi!!!!!

 

Posta un commento

<< Home